Attacco a Booking.com e Tripadvisor: ecco come le destinazioni dovrebbero posizionarsi attualmente nel mercato dei Tour e delle Attività

Interruzione nel mercato delle attività: Booking e Tripadvisor investono

 

Il settore del turismo giornaliero e delle attività locali ha avuto un’esistenza lunga e piena di ombre. I canali di vendita e le destinazioni locali si focalizzavano sui viaggi, sui pernottamenti e sulle tariffe forfettarie.

Ma il mercato sta cambiando radicalmente: i grandi tour operator e le start-up ora si concentrano sulle “attività locali”. Ci sono chiari parallelismi con l’industria alberghiera di dieci anni fa. Booking.com ha recentemente acquistato la soluzione di prenotazione americana Fareharbor, Tripadvisor la startup islandese Bookun, entrambe società software-as-a-service (SaaS) che, come Regiondo puntano a sostenere i fornitori di servizi turistici nella digitalizzazione delle loro offerte. Il punto chiave del cambiamento è la tecnologia.

Startup online specializzate come Getyourguide o Klook si sono affermate con successo in questo mercato. Nuovi provider come Airbnb stanno anche sviluppando con successo il servizio Airbnb Experiences e altre offerte individuali che rispondono alle esigenze del marchio e della clientela.

Anche società più tradizionali come TUI stanno investendo in questo mercato: TUI ha riacquistato le attività di Hotelbeds e intende investire di più. E questi investimenti includono vendita e produzione di offerte in loco.

Solo i DMO (Destination Management Organizations), che tradizionalmente hanno la pole position nelle attività locali, hanno difficoltà a digitalizzare il loro know-how e i loro contatti con gli organizzatori. C’è il rischio di perdere la connessione digitale e quindi anche il cliente su punti elementari.

 

Cosa significa questo per il mercato?

Non saremo in grado di misurare gli effetti di queste dinamiche dirompenti nel mercato delle attività per i prossimi 1-2 anni. Ma è già certo che:

 

  •     Le attività sul posto sono “il futuro”.
  •     Gli attori esistenti e quelli nuovi stanno investendo massicciamente su questo mercato
  •     La tecnologia sarà un fattore di successo decisivo
  •     L’accesso alle offerte e un inventario prenotabile direttamente sono altre chiavi per il successo

 

 

 

Grazie ai nostri clienti in tutta Europa, noi di Regiondo abbiamo una buona panoramica dello stato della digitalizzazione nei vari mercati. E sfortunatamente vediamo che i paesi di lingua tedesca hanno ancora molto da imparare in termini di digitalizzazione.

 

Qual è il “mercato delle attività”?

Il mercato delle attività è difficile da comprendere e non ci sono dati affidabili. Le stime presuppongono fino a 1 milione di fornitori in tutto il mondo e un volume di mercato di 140 – 200 miliardi di euro. Compreso Merlins, Europaparks e le numerose piccole e medie imprese che offrono tour della città, escursioni o tour in quad e corsi di cucina. A seconda dell’istituto di ricerche di mercato, parliamo del mercato dei tour e delle attività, del turismo giornaliero o del mercato del tempo libero in generale. Il contenuto di tutte queste offerte è simile. L’unica differenza è spesso la misura in cui viene presa in considerazione o meno la domanda locale da residenti locali e ospiti dalle immediate vicinanze.

Le caratteristiche principali di questo mercato sono:

  • Forte frammentazione: dovuta semplicemente all’enorme varietà di offerte e alle diverse categorie e gruppi target
  • Locale: come per il mercato alberghiero, oltre il 90% della domanda è nazionale e il turismo internazionale gioca un ruolo minore
  • Piccole e medie imprese:, la maggior parte dei fornitori guadagna meno di 1 milione di euro di fatturato annuale e di solito l’attività è gestita dal proprietario. Aziende come Merlin o Disney sono un’eccezione
  • “Poca tecnologia“: a causa dell’elevata frammentazione e delle molte piccole aziende, tendono ad esserci troppo pochi investimenti nel campo della tecnologia e dell’automazione dei processi.
  • Offline e a breve termine: il cliente acquista ancora offline (oltre i 2/3) e sul sito ma con breve preavviso

I DMO devono agire ora!

Sebbene alcuni clienti prenotano un viaggio, i trasporti e l’alloggio mesi in anticipo, le attività da svolgere sono decisioni a breve termine che vengono prese sul posto. Spesso anche lo stesso giorno, dopo aver guardato fuori dalla finestra e in base alle condizioni meteorologiche.

Questo è ancora il core business degli organizzatori locali! Siccome le destinazioni sono la priorità, nessuno offre una migliore panoramica delle proposte della destinazione turistica scelta. Oltre a fornire una rete e il contatto con i fornitori. Inoltre, l’ospite e la sua prenotazione a breve termine dipende dalle destinazioni: oltre il 70% delle attività vengono prenotate localmente.

Ma questa posizione privilegiata è in pericolo. Maggiore è la copertura digitale di Groupon, Booking.com, AirBnB e Co. nel mercato delle attività e meno rilevante sarà il ruolo delle destinazioni come intermediario per il cliente.

Quali sono i prossimi passi concreti?

Le organizzazioni delle destinazioni turistiche devono muoversi al più presto per evitare di rimanere indietro digitalmente e per difendere la loro quota di mercato in futuro. Nella mia esperienza, la seguente procedura ha dimostrato il suo valore:

  • Analisi e registrazione della situazione attuale e del portafoglio esistente
  • Workshop e sviluppo di una struttura di progetto con tutte le parti interessate (fornitori di servizi, host, ecc.)
  • Selezione del giusto partner tecnologico per l’implementazione del progetto sul posto
  • Creazione di un progetto con i fornitori di servizi, tutti i partner di vendita locali e il partner tecnologico
  • Progettazione di iniziative a lungo termine: l’evoluzione nel digitale è un processo che implica cambiamenti a lungo termine.

Le destinazioni possono, ad esempio, entrare direttamente sul mercato e organizzare le attività sul posto o agire solo da intermediarie per digitalizzare i fornitori di servizi sul sito.

Noi di Regiondo abbiamo implementato numerosi progetti di successo con le destinazioni. Da 10 a 400 top performer dedicati a destinazioni caratterizzate da turismo urbano o di piacere. Esistono vari modelli di implementazione concreta sul sito. Non esitare a contattarci.

 

About Oliver Nützel
All posts by

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *