Trends emergenti per Tour e attività del Turismo nel 2021

Dopo un 2020 nero per i professionisti del mondo del turismo, quale scenario attende operatori del settore, agenzie di viaggio e tour operator per il 2021? Quale sarà il futuro dell’economia del turismo in uno scenario post Covid?

Gli scenari futuri, che siano in un’ottica post Covid moderata o in uno scenario pessimistico in base alla fine dell’emergenza, sono caratterizzati da tratti comuni, netti ed evidenti: sicurezza, prossimità, esperienze all’aperto.

In questo articolo scopriremo insiemi i nuovi scenari post covid, i possibili sviluppi futuri per l’industria del turismo e i 10 trends emergenti nel settore del turismo per quanto riguarda viaggi, tour, travel tech ed attività organizzate per il 2021.

Salute e sicurezza, il must del prossimo futuro

(Fonte img > https://etc-corporate.org/news/europeans-increasingly-eager-to-travel-during-spring-2021-as-covid-19-vaccine-rollout-begins/)

Il tratto distintivo che caratterizzerà qualsivoglia scenario nel settore del Turismo post Covid è quello della Sicurezza. I turisti, i viaggiatori, chi si sposterà per lavoro, necessità o svago sarà attento alla propria salute e alla propria sicurezza e difficilmente si muoverà senza garanzie o metterà a rischio la propria salute. Che si tratti di ospitalità, visite guidate, tour, passeggiate all’aperto, tutto dovrà svolgersi nella massima sicurezza. Sarà opportuno muoversi verso una totale messa in sicurezza delle attività proposte e predisporre sistemi di informazione e comunicazione adeguati.

Passaporto Digitale Sanitario, un lasciapassare per tutti?

Servirà un Passaporto Digitale Sanitario nello scenario Post Covid per potersi muovere liberamente? Per alcuni sarà l’unica soluzione per poter volare da un Paese all’altro. IATA, così come il World Economic Forum, stanno lavorando ad una proposta integrata che consentirà alle autorità portuali di effettuare le dovute verifiche sullo stato di vaccinazione di ogni passeggero. La possibilità di sviluppare un sistema informativo relativo ai singoli, compatibilmente con le leggi dei singoli Stati e le normative sulla privacy, potrebbe permettere anche a tutti gli operatori del settore del turismo di visualizzare lo storico sulle persone, soprattutto per quanto riguarda attività in gruppi o in spazi chiusi.

  1. Turismo su misura, svago ed esperienze personalizzabili in ogni dettaglio
(fonte img > https://etc-corporate.org/reports/monitoring-sentiment-for-domestic-and-intra-european-travel-wave-4/)

L’era post Covid potrebbe essere quella dei viaggi creati su misura e la fine dei viaggi organizzati? Nessuno può ancora prevedere se la bilancia propenderà tutta da un lato, ma è certo che, parallelamente ad una crescente richiesta di sicurezza, crescerà la richiesta di viaggi e pacchetti su misura. Più l’esperienza sarà in linea con le reali esigenze di chi viaggia, più l’utente sentirà che la sua salute è al sicuro. Inoltre, la maggior parte degli europei dichiara che il prossimo viaggio, quello che farà nella seconda metà del 2021, sarà per svago ed in particolare per recarsi al mare.

Vacanze di prossimità e “City Break”, un valore aggiunto per i piccoli centri

Tra i trends emergenti per il 2021 c’è di certo quello delle vacanze di prossimità, come già si è verificato nel periodo estivo tra la prima e la seconda fase del Covid. Se ci sarà una vacanza, sarà la staycation, ovvero la vacanza nelle vicinanze, la riscoperta dei luoghi vicini alla propria abitazione, la permanenza per un weekend in una città per un “City break” non troppo lontano dal luogo di residenza. Beneficeranno di questa tendenza soprattutto i piccoli centri e con essi gli operatori del settore che sapranno attivarsi in ambito locale ed organizzare percorsi ed attività nuove, originali e in anticipo per quando si riprenderà a muoversi. Staycation sì, ma di valore!

Se operi nel settore e stai già pensando a quali attività far ripartire, leggi qui Come aumentare le vendite di esperienze utilizzando un sistema di prenotazione online

Natura, attività all’aperto e gite in barca!

(fonte: click&Boat)

Nei vari scenari post Covid qualsiasi attività di natura turistica sarà in mezzo alla natura. Sì alle gite fuoriporta, sì ai cammini, sì alle gite in barca, sì alle visite guidate a Parchi, Ville e Giardini d’Italia, sì a tutte le attività all’aperto. In crescita di sicuro per gli Italiani – come già accaduto nell’estate del 2020 – anno del Covid, le attività e le gite in barca. Le attività all’aperto, di qualsiasi natura esse siano, vanno bene per grandi e piccini, per singoli e gruppi, per famiglie e per coppie.

Scopri qui come risparmiare tempo nell’organizzazione e nella gestione delle attività all’aperto e come aumentare le vendite grazie ad un sistema di prenotazione All-in-One.

Sì a luoghi meno noti e poco frequentati

Se viaggio dovrà essere, allora ci sarà una predilezione per i luoghi poco affollati, per i piccoli centri, per le zone meno conosciute. Fiorirà il turismo di prossimità e ne gioveranno le comunità locali. Questo aspetto riserva buone opportunità per i Tour Operator e gli organizzatori di attività che vorranno proporre ai locali e ai turisti esperienze vere, a contatto con il territorio, salvaguardando la sicurezza dei partecipanti e l’autenticità dei luoghi.

Solo traveler

Il 2021 sarà l’anno del Solo Traveler? La tendenza, già in crescita negli ultimi anni, soprattutto tra le donne, sembra essere uno dei tratti distintivi del turismo 2021. Viaggiare da soli nel futuro post-Covid significa anche minimizzare i rischi e muoversi in sicurezza. Una volta giunti a destinazione, dopo giorni di viaggi e cammino in solitaria, i Solo Traveler sono viaggiatori che scelgono le attività: preferibilmente in sicurezza, all’aperto e con altri Solo!

Prenotazioni Online e prenotazioni Last Minute

(fonte img > https://etc-corporate.org/reports/monitoring-sentiment-for-domestic-and-intra-european-travel-wave-4/)

Il 2021 sarà l’anno senza prenotazioni in anticipo. Dopo mesi di emergenza, di viaggi annullati, cancellati o spostati, se e quando ci si potrà muovere, ci si muoverà all’ultimo minuto. I trends emergenti prevedono weekend fuori porta, vacanze brevi e prenotazioni Last Minute. Rimane alta la fiducia nei confronti dei sistemi di prenotazione online: più la metà degli intervistati prenoterà il prossimo viaggio, tour, attività online, tramite il sito o il booking engine.

Coperture Assicurative

Una tendenza in crescita per un ritorno delle attività turistiche post Covid sarà quella delle garanzie e delle certezze. Chi prenota una vacanza, un viaggio, un tour o un’attività vorrà non solo garanzie sulla sicurezza, ma anche informazioni chiare e precise su possibili cambi di date, orari, attività, rimborsi ed eventuale assistenza medica. Sarà opportuno predisporre dei pacchetti o delle proposte che tengano conto di tutte queste variabili e/o siano legate ad un’assicurazione.

Traffico aereo

Secondo un’indagine riportata da IlSole24Ore nel 2021 solo il 30% è disposto a prendere un aereo per spostarsi dei viaggiatori e soltanto il 5% a viaggiare su rotte intercontinentali. Questa tendenza va di pari passo con quella che vede un aumento del turismo di prossimità e la scelta di vacanze e attività all’area aperta. D’altro canto, con i confini nazionali soggetti a restrizioni fino alla fine dell’emergenza, molte compagnie aeree hanno dovuto fermare le proprie flotte e ridurre i voli. Pochi voli, ma più turisti nelle vicinanze.

Conclusioni: Il 2021, compatibilmente con l’andamento delle restrizioni e delle aperture legate alla gestione dell’emergenza Covid, potrebbe vedere un lento ritorno alle attività turistiche nella seconda metà dell’anno. In sicurezza, in prossimità e all’aperto, ma il desiderio di ritorno alla normalità e il desiderio di vacanza e svago, dopo un anno di chiusure, è altissimo. Sta agli operatori del settore intercettare i trends emergenti e pianificare l’attività in vista delle riaperture.